Nel 2004, la mia famiglia ha adottato due gatti di cinque anni chiamati Milly e Grace. Essendo zenzero e femmine hanno un cromosoma in più che li rende inclini a eccentricità. Nei nostri gatti, Milly abbaiava come un cane quando era sola e non aveva consapevolezza di ciò che stava accadendo intorno a lei e Grace quasi non miagolava affatto ed era molto sensibile all'atmosfera che la circondava. Avevo solo otto anni, quindi, due morbidi gatti allo zenzero erano perfetti per me da coccolare e giocare soprattutto perché ero figlio unico. Tuttavia, Grace ha avuto una particolare simpatia per me e presto siamo diventati 'migliori amici'.



Per 'migliori amiche', intendo dire che abbiamo dormito nello stesso letto e lei mi avrebbe seguito ovunque. Venne ad accogliermi alla porta quando tornai a casa come farebbe un cane e chiacchiererei con lei per ore della mia giornata e dei miei amici e della mia scuola e lei si sederebbe e ascolterò. Quando ero ammalata, lei dormiva per la mia testa e non mi lasciava da parte finché non stavo meglio; un chiaro segno che ero davvero malato e non solo provavo a lasciare la scuola.



Quando piangevo si sarebbe anche arrabbiata, facendo quei rari miagolii tristi e leccandomi le lacrime sulle guance. Per un bambino che era abbastanza ansioso e sensibile, avere un amico peloso che ti avrebbe sempre ascoltato e amato, qualunque cosa fosse confortante.



Nel corso della mia adolescenza, sono diventato sempre più turbato e ho sviluppato una grave depressione e ansia all'età di sedici anni. La sensazione di completa disperazione è iniziata e presto mi sono sentito come se non avessi nessuno con cui parlare o chiunque avessi, non vorrei essere gravato dalla mia triste ombra di un io. Grace sapeva che qualcosa non andava. Mi seguiva per la casa, sdraiata accanto a me nel letto mentre piangevo per le notti insonni. Si sedeva e mi guardava mentre spingevo il mio cibo nel mio piatto fingendo che stavo per mangiarlo quando nella mia mente sapevo che non lo ero. Mi avrebbe persino portato le sue prelibatezze per gatti, mettendole in grembo. Al mattino, si arrampicava sul mio petto, rannicchiandosi e appoggiando la testa sul mio viso come se mi stesse coccolando. Le volte in cui mi chiudevo in bagno, lasciando che le parti scure di me si scatenassero, metteva la zampa sotto la porta per ricordarmi che era lì o addirittura seguirmi prima di chiudere la porta, quindi siediti con me.

Non sembra molto, e alcuni potrebbero dire che è solo una coincidenza. Alcuni dicono che i gatti sono egoisti. Ma per me è stato di conforto. È stato confortante sapere che un piccolo essere peloso mi amava quando non potevo amare me stesso. Fu quella scintilla di gioia ogni volta che veniva per coccole o si rannicchiava accanto a me di notte che mi faceva andare avanti, che mi ricordava che non ero solo, che non ero un peso e che qualcuno aveva bisogno di me.

La Fondazione per la salute mentale ha condotto uno studio sulla Pet Therapy nel 2011. I risultati hanno mostrato che su 600 persone, l'87% dei proprietari di gatti ha scoperto che avere un gatto ha migliorato il proprio benessere mentale e che potevano affrontare molto meglio l'attività quotidiana. Un terzo dei proprietari di gatti ha affermato che anche l'attività di accarezzare un gatto li ha fatti sentire più calmi e rilassati. I gatti forniscono uno scopo quotidiano e la sensazione di essere necessari, qualcosa che molte persone depresse sentono di non avere. Aiutano anche con l'interazione sociale, la fiducia e lo sviluppo di relazioni con cui le persone con ansia hanno grossi problemi. Ora, 1 persona su 4 ha problemi di salute mentale ogni anno nel Regno Unito e l'ansia mista e la depressione sono il disturbo mentale più comune. Piccole aggiunte pelose alla vita delle persone possono essere piccoli passi (o impronte di zampe) verso l'inizio del processo di recupero e di coping a lungo termine.

Anche se aveva diciassette anni, ogni mattina saliva ancora le scale per andare nella mia stanza e coccolarmi e lei continuava a zoppicare verso la porta d'ingresso per salutarmi. Il mio gatto mi ha ricordato l'innocenza e la purezza della vita tra il caos e l'oscurità. Sfortunatamente, a settembre 2017, Grace è morta nel sonno circondata da amore e conforto. Il mio gatto mi ha salvato la vita quando volevo che finisse e lo faceva ancora fino al giorno della sua morte.